Milano e dintorni / La Darsena, tra storia e modernità

Questo tour vi guiderà alla scoperta della darsena e della sua storia. Pedalando lungo l’Alzaia Naviglio Grande e l’Alzaia Naviglio Pavese vi ritroverete in una Milano inaspettata, affascinante e ricca di storia fino a raggiungere il Parco Agricolo Sud dove potrete ammirare le sue caratteristiche cascine e godervi la libertà della campagna. Dimenticatevi del traffico e dello smog, con questo tour scoprirete che Milano può anche essere una città tranquilla!

Una volta radunati tutti i partecipanti, indossati i caschi e controllato che le reflex siano pronte, la nostra guida, vi condurrà in un viaggio unico e affascinante. Il punto di partenza di questo tour è la zona della Darsena. Realizzata all’inizio del 1600 la Darsena era inizialmente un raccordo per i due navigli principali della città, il Naviglio Grande e il Naviglio Pavese, e rappresentava una delle vie principali di trasporto per il commercio fluviale in uso fino al 1979. Oggi la Darsena è uno dei simboli di Milano e ha riacquistato valore anche grazie alle opere di rinnovamento eseguite in occasione di EXPO 2015.

Lungo l’Alzaia Naviglio Grande potrete ammirare la chiesa di Santa Maria delle Grazie al Naviglio situata sulla riva sinistra del tratto finale del Naviglio Grande, poco distante dalla confluenza con la Darsena. La costruzione della chiesa di Santa Maria delle Grazie al Naviglio cominciò nel 1901 e fu terminata nel 1909, la chiesa fu poi consacrata quell’anno dal cardinale arcivescovo di Milano, Andrea Carlo Ferrari.

L’Alzaia Naviglio Grande è un canale navigabile la cui acqua arriva direttamente dal Ticino. È lungo circa nei 50 chilometri termina nella darsena di Porta Ticinese a Milano. Il Naviglio Grande è la prima opera del genere a essere realizzata in Europa ed è di fatto il più importante dei Navigli milanesi: con i suoi ponti, le strade e il sistema di irrigazione ha costituito un’opera di ingegneria di fondamentale importanza per il trasporto di merci, favorendo commercio e agricoltura. Il Naviglio grande è oggi sede di importanti società sportive quali la Canottieri Olona e la Canottieri Milano, è inoltre una famosissima zona di ritrovo per i giovani che, soprattutto nella bella stagione, affollano i numerosissimi locali che costeggiano il canale su ambo i lati.

Lungo il Naviglio Grande è possibile ammirare il famoso Vicolo dei Lavandai, piccolo anfratto del naviglio che prende il nome da un lavatoio che veniva utilizzato dalle donne per lavare abiti e biancheria e che fu utilizzato fino agli anni ’50. Recentemente ristrutturato, il Vicolo dei lavandai possiede ancora l’antica centrifuga dei primi del ‘900, e rimane un luogo di importanza storica amato da tutti i milanesi.

Un’altra tappa della vostra pedalata lungo il Naviglio Grande sarà la Chiesa di San Cristoforo, un particolare complesso costituito da due chiese affiancate, costruite in epoche diverse. La prima chiesa fu costruita in epoca romanica e ricostruita successivamente nel 1300, la chiesa di costruzione più recente invece è del XV secolo.

Lasciato il Naviglio Grande, la nostra guida vi condurrà verso il Naviglio Pavese. Il Naviglio Pavese è un canale navigabile che fa parte del sistema dei navigli di Milano e unisce Milano a Pavia. Il Naviglio Pavese comincia alla darsena di Porta Ticinese e prosegue in direzione sud-sud-ovest, in direzione Binasco, al confine della provincia di Milano per poi finire in territorio pavese dove sfocia nel Ticino. Questo canale fu utilizzato per la navigazione mercantile fino a che il trasporto di merci cessò nel 1965, lasciando al naviglio la funzione di canale irriguo.

Lungo i navigli sarà possibile ammirare il sistema delle chiuse, ideato da Leonardo alla fine del ‘400. Il complesso e affascinante sistema delle chiuse fu progettato da Leonardo per ovviare al problema del dislivello dei terreni e rendere così possibile la navigazione. Oggi è possibile ammirare anche alcuni schizzi dei progetti di Leonardo presso il Museo dei Navigli.

Lasciati i navigli, vi avventurerete nel Parco Agricolo Sud, un parco che comprende un’estesa area a semicerchio tra Milano e il confine sud della provincia. Istituito nel 1990, il Parco Agricolo Sud nasce con la volontà di proteggere e valorizzare l’agricoltura del sud della città e, allo stesso tempo, con lo scopo di proteggere il suo meraviglioso e incontaminato paesaggio, rappresentativo del patrimonio naturale della zona. Disseminati all’interno di questo vastissimo parco ci sono diversi monumenti, castelli, abbazie, allevamenti di bovini e culture di diversi tipi. Una volta che la vostra bici avrà dato diversi giri di ruota all’interno del parco, vi dimenticherete di essere a Milano: i canali, le meravigliose cascine, l’aria di campagna vi regaleranno una giornata indimenticabile, immersa in un’atmosfera unica.

Per maggiori informazioni sul tour e sulle prenotazioni contattaci!

La tua guida/e per questo tour

Vera

Vera

Laureata in Storia e Critica dell’Arte con tesi sullo scultore Pietro Consagra. Ha lasciato il cuore negli USA, pratica yoga e altre tecniche di meditazione.

Dettagli per questo tour

  • Numero di partecipanti

    Tour Libero
  • Tipologia di tour

    In bicicletta
  • Durata del tour

    2 ore e 30 minuti
  • Compresi nel tour

    • Noleggio bicicletta
    • Assicurazione RC terzi
    • Luci, casco, lock
    • Sconto per altri tour
  • Punto di ritrovo

Prenotazioni aperte
PRENOTA ADESSO Oppure chiedi maggiori informazioni

Regala un tour

Vuoi fare un regalo speciale a qualcuno? Contattaci e segnalaci a quale tour vuoi partecipare, al resto pensiamo noi. Chiedi maggiori informazioni specificando il nome del tour.

REGALA TOUR